Pensiero del venerdi 15 aprile 2016

http://www.prosveta.it/
venerdi 15 aprile 2016
« Quando avvertono delle insoddisfazioni, gli esseri umani hanno la tendenza a trovare risposte materiali. Si comportano come se quelle insoddisfazioni provenissero dal corpo fisico, e allora gli danno da mangiare, bere, fumare, distrarsi, lo portano in giro e gli procurano tutti i piaceri. E lui, poveretto, satollo, saturo, soffoca e si lamenta: «Basta, mi farai morire. Non è ingozzandomi così che ti sentirai meglio!». Ma gli esseri umani non comprendono il linguaggio del loro corpo. Si ostinano dicendo a se stessi che se non riescono questa volta a trovare ciò che cercano, ci riusciranno senza dubbio la volta seguente. Purtroppo la volta seguente sarà la stessa cosa o anche peggio: il vuoto. Ma loro continuano…
In realtà occorrono pochissime cose per soddisfare il corpo fisico. Le rimostranze in noi provengono dall’anima e dallo spirito, che non smettono di pregare, di supplicare: «Ho bisogno di purezza, di luce, di spazio… Ho bisogno di contemplare il sole… Ho bisogno di unirmi al Signore, di lavorare per la venuta del Suo Regno, affinché un giorno la pace possa regnare fra gli esseri umani…». Ecco la voci che dobbiamo distinguere in noi, ascoltando attentamente le loro richieste in modo da soddisfarle. »
Omraam Mikhaël Aïvanhov
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...