Pensiero del martedi 26 aprile 2016

http://www.prosveta.it/
martedi 26 aprile 2016
« Per giustificare i loro capricci e le loro infedeltà, certe persone sostengono che il matrimonio uccida l’amore. Niente affatto, il matrimonio non uccide l’amore, ma a condizione che l’uomo e la donna sappiano come considerarsi a vicenda. Ciascuno dei due cerchi nell’altro una manifestazione del mondo divino, un’anima e uno spirito meritevoli di ogni sacrificio. Se contano sul fatto che a soddisfarli sia il corpo fisico, ovviamente il loro amore non durerà.
Cos’è infatti il corpo fisico?… Un uomo muore: ora che è solo un cadavere, sua moglie lo tiene forse accanto a sé? No, lo fa seppellire. Eppure amava suo marito, e continua ad amarlo. Ma ciò che si ama è l’aspetto sottile, è la vita; e ciò che è vivo, è l’anima, è lo spirito. Il corpo fisico invecchia, e dopo qualche anno lo si può trovare meno gradevole e ci si può stancare di lui. La vita interiore, invece, è sempre diversa, sempre nuova, come l’acqua che scorre. Ed è proprio quest’acqua che in una coppia ciascuno deve cercare di scoprire nell’altro, poiché essa è inesauribile. »
Omraam Mikhaël Aïvanhov
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...