Pensiero del mercoledi 4 maggio 2016

http://www.prosveta.it/
mercoledi 4 maggio 2016
« È detto nella Genesi che il secondo giorno della creazione Dio separò le acque in basso dalle acque in alto. Le acque in alto – che la Scienza iniziatica chiama anche “luce astrale” o “agente magico” – rappresentano l’oceano primordiale nel quale tutte le creature sono immerse e dove trovano il loro nutrimento. L’elemento liquido in cui è immerso il bambino quando si trova ancora nel grembo della madre è in qualche modo un ricordo di quelle acque primordiali.
Noi nuotiamo nell’immensità cosmica esattamente come i pesci nuotano nell’oceano. Se non sentiamo tutta quella vita attorno a noi, è perché i nostri pori psichici sono ostruiti da impurità. La purificazione è quindi il primo lavoro da fare per aprire i nostri pori e liberare così la rete di canali eterici che irrigano i nostri corpi sottili. Saremo allora abbeverati e vivificati dall’acqua spirituale che ci avvolge da ogni parte. »
Omraam Mikhaël Aïvanhov
Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...