Osserva la tua lingua e capirai di più sulla tua salute

(Observe Your Tong And You Will Understand More About Your Health)

by ConsigliSparsi

lingua-saluteLa lingua è un ottimo indicatore del nostro stato di salute: il suo colore e la sua superficie rivelano informazioni importanti per capire se c’è qualcosa che non va o se stiamo bene.

Da sempre in tutte le scuole di medicina dell’antichità fino ai ‘medici di una volta’, l’analisi della lingua faceva a pieno titolo parte della diagnosi. In questo articolo spiegherò come ‘leggere la lingua’ in modo semplice e chiaro.

Normalmente viene considerata solo come un muscolo necessario per poter parlare, con una funzione meccanica per la masticazione del cibo o come organo dove sono localizzate le papille gustative per la percezione dei gusti.

Raramente pensiamo che possa fare da indicatore su alcuni aspetti della nostra salute, un campanello di allarme quando cambia aspetto che ci informa che qualche cosa nel nostro organismo non funziona bene.

LA LINGUA NELLA MEDICINA TRADIZIONALE CINESE

Naboru Muramoto nel suo bestseller, Il Medico di Se Stesso, afferma: “La lingua rivela la forza e la condizione del cuore e anche il funzionamento dello stomaco. Dovrebbe essere di colore rosa e avere la superficie ruvida con piccoli peduncoli.

  • Quando è segnata da una profonda screpolatura, o è liscia, lucente e rossa, indica problemi cardiaci;
  • Le macchie, le afte e il colore bianco sulla lingua suggeriscono che ci sono disturbi allo stomaco;
  • La lingua che trema quando viene tirata fuori o quando non si riesce ad estrarla, evidenzia un problema al sistema nervoso o al cervello;
  • Quando la radice della lingua è scura, nera, è probabile che ci sia la presenza di un cancro.”

ANALISI IN DETTAGLIO

Sono parecchie le manifestazioni che possono apparire sulla lingua, vediamole da vicino.

  • Lingua bianca e patinosa: cattiva digestione, intestino pigro o di una malattia febbrile delle vie respiratorie;
  • Lingua con chiazze bianche: forte ristagno di tossine nel tratto digerente;
  • Lingua secca, rossa con puntini bianchi: infezione da Candida Albicans, sistema immunitario debole;
  • Lingua secca: disidratazione, problemi renali, diabete;
  • Lingua pallida: stato di anemia;
  • Lingua con la faccia inferiore gialla: congestione del fegato;
  • Lingua che brucia: stato di depressione psichica;
  • Lingua verde/gialla disturbi di fegato, cistifellea o milza;
  • Lingua con afte (lesioni biancastre tondeggianti circondate da un alone rossastro): anemia perniciosa, carenza di ferro o di acido folico, celiachia;
  • Lingua gonfia: allergia, probabilmente ad un cibo o ad un farmaco;
  • Lingua nera:affezione benigna, piuttosto frequente dovuta all’uso prolungato di antisettici locali o antibiotici a largo spettro che alterano la flora batterica orale, oppure psicofarmaci che rallentano il flusso salivare;
  • Lingua plicata: anomalia congenita, caratterizzata dall’accentuazione dei solchi normalmente presenti sulla superficie tanto da causare fessure profonde in cui possono accumularsi detriti alimentari, batterici o fungini che portano a infiammazioni croniche.

Insomma prevenire è meglio che curare e se la lingua non è rosea, umida, rugosa al centro e liscia ai bordi, il corpo ci sta comunicando un disagio su cui è bene intervenire prima che si cronicizzi e il disturbo cominci a farsi sentire.

Per millenni l’analisi della lingua è stato centrale nella diagnosi, mentre oggi con l’avanzare di strumenti tecnologici e la perdita del contatto medico-paziente, è stato perso.

Dobbiamo ritornare ad essere medici di noi stessi ovvero saper ascoltare e comprendere i bisogni di questo tempio chiamato corpo.

FONTE: Donidream

(ENGLISH VERSION)

The tong is a good indicator of our health: its color and surface reveal important information to tell if something is wrong or if we’re okay. Always in all ancient medical schools to the Medicis once, an analysis of the tong was fully part of the diagnosis. This article will explain how to read the language is so simple and clear.
Normally it is only considered as a muscle you need to speak with a mechanical function for chewing food or as an organ where are located the taste buds for the perception of taste.
Rarely we think it can do as a marker on some aspects of our health, a wake-up call when changes appear which informs us that something in the body isn’t working properly.

THE LANGUAGE IN TRADITIONAL CHINESE MEDICINE

Naboru Muramoto in his bestseller, "Healing ourselves", says:

  • "the tong reveals the strength and condition of the heart and also the functioning of the stomach. It should be pink and have a rough surface with small petioles. When it is marked by a deep cracking, or red shiny, smooth, it indicates heart problems; Stains, canker sores and the white color on the tongue suggest there are stomach upset; The tong trembles when is pulled off or when you are unable to remove it, it highlights a problem to the nervous system or brain; When the root of the tongue is dark, black, chances are there is a cancer. "

DETAILED ANALYSIS

There are several events that can appear on the tong, let’s see them closer.

  • White tongue and coated tongue: indigestion, lazy intestines or respiratory febrile illness;
  • Tongue with white patches: strong accumulation of toxins in the digestive tract;
  • Dried tong, red with white dots: Candida Albicans, weak immune system;
  • Dried tong: dehydration, kidney failure, diabetes;
  • Pale tongue: anemia;
  • Tong with the underside yellow: congestion of the liver;
  • Burning tongue: mental depression;
  • Green/yellow tongue: disorders of liver, gallbladder or spleen;
  • Tongue with canker sores (whitish lesions surrounded by a reddish Halo round): pernicious anemia, iron or folic acid deficiency, celiac disease;
  • Swollen tongue: allergy, probably to a food or a drug;
  • Black tongue: benign disease, often caused by prolonged use of local antiseptics or antibiotics broad spectrum oral bacterial flora, altering or psychoactive drugs that slow down the salivary flow;
  • Parceled tong: congenital anomaly characterized by accentuation of furrows normally found on the surface much to cause deep fissures that may accumulate food debris, bacteria or fungi that lead to chronic inflammation.

In short, prevention is better than cure and if the tong is not rosy, damp, wrinkled at the Center and smooth at the edges, the body we are communicating an uneasiness that is well entrenched and intervene before they begin to be felt.
From ancient time, the tong analysis has been central in the diagnosis, but with the advance of technology tools and the loss of the doctor-patient contact, it was lost.
We must return to be doctors of ourselves or to listen and understand the needs of this temple called body.
Source: Donidream

ConsigliSparsi | 14 maggio 2016 alle 18:06 | Etichette: RIMEDI NATURALI | Categorie: rimedi naturali | URL: http://wp.me/p17AW6-2eN

Commento Visualizza tutti i commenti Mi piace
Annulla l’iscrizione per non ricevere più articoli da La ForzaDellaNatura’s Blog.
Modifica impostazioni email su Gestione iscrizioni.

Non riesci a cliccare? Copia e incolla questo URL nel tuo browser:
https://casabenessere.wordpress.com/2016/05/14/osserva-la-tua-lingua-e-capirai-di-piu-sulla-tua-salute-observe-your-tong-and-you-will-understand-more-about-your-health/

ConsigliSparsi ha pubblicato:"Se soffri di insonnia da primavera puoi cominciare ad aiutarti a tavola: largo a cioccolato fondente, semi di zucca, spinaci e…

Con l’arrivo della primavera, sono in molti a soffrire di insonnia. Se capita anche a te, una delle prime cose "

Nuovo articolo su La ForzaDellaNatura’s Blog

ECCO I CIBI CHE FAVORISCONO UN BUON SONNO (Here Are The Wright Foods That Helsp You To Sleep Better)

by ConsigliSparsi

SSOOSe soffri di insonnia da primavera puoi cominciare ad aiutarti a tavola: largo a cioccolato fondente, semi di zucca, spinaci e…

Con l’arrivo della primavera, sono in molti a soffrire di insonnia. Se capita anche a te, una delle prime cose che puoi fare è correggere l’alimentazione: esistono cibi che facilitano l’addormentamento in modo naturale e altri che, specie se assunti ripetutamente nelle ore serali, rendono difficile, se non impossibile, il riposo notturno.

Ti serve far scorta di magnesio

Un elemento fondamentale per favorire il sonno è il magnesio, minerale che regola l’orologio biologico alla base di un corretto funzionamento del ritmo sonno-veglia e che in situazioni di stress prolungato può essere perduto o consumato in notevole quantità. Una delle fonti principali di magnesio è il cioccolato fondente, ma puoi farne scorta anche con i semi di zucca. Da non dimenticare anche la ricotta, che contiene triptofano, una sostanza che permette la sintesi di serotonina e soprattutto di melatonina, l’ormone che regola il ciclo del sonno.

Questi cibi ti fanno dormire…

Ma quali altri alimenti conviene assumere per riuscire a dormire bene? Sono ottimi i semi di sesamo, ricchi di triptofano: se assunti a cena migliorano in modo sensibile la qualità del sonno e l’umore. Il Riso integrale e l’avena possiedono poi grandi proprietà sedative per il cervello, cosi come gli spinaci che rappresentano una fonte importante non solo di magnesio ma anche di calcio, vitamina B6 e l’acido folico, sostanze che favoriscono il rilassamento muscolare. Naturalmente, non vanno dimenticati il pesce, le banane, l’avocado, lo yogurt, la frutta secca e le verdure a foglia verde.

… Questi lasciano campo libero all’insonnia

Al contrario esistono cibi che possono favorire l’insonnia e ai quali dobbiamo stare attenti soprattutto in primavera: primi fra tutti i carboidrati raffinati come i biscotti, i cereali confezionati, pane bianco, Pasta e riso non integrali. Sono cibi ricchi di zucchero che richiedono lunghi tempi di digestione e con una fase di smaltimento molto lunga. Al secondo posto c’è il glutammato monosodico, una sostanza contenuta nei cibi pronti e preconfezionati e che può, in alcuni soggetti, provocare una reazione eccitante. In molti puntano il dito anche sulla pancetta affumicata: questo alimento favorisce il rilascio di sostanze che stimolano il cervello e ci tengono svegli. Altri alimenti con proprietà simile sono i crauti, i prodotti affumicati in genere, le melanzane, il vino, la salsiccia, il formaggio, tutte sostante eccitanti che in dose elevati prima di andare a letto non favoriscono il riposo notturno.

Attenzione allo stile di vita complessivo

Poi c’è l’alcool, la cui assunzione durante le ore serali può alterare il sonno, provocando risvegli notturni. L’effetto sedativo è solo superficiale e transitorio e il carico di lavoro cui è sottoposto il fegato richiede un dispendio energetico notevole da parte del corpo. Questi sono i principali suggerimenti che si possono trarre da uno studio delle Università di Edimburgo e Cambridge, pubblicato recentemente sulla rivista Nature.

Per un riposo rigenerante è importante fare attenzione non solo alle abitudini alimentari, ma anche allo stile di vita in generale, come fare attività fisica in modo regolare e concedersi delle pause durante il giorno dal lavoro per evitare di arrivare a letto eccessivamente “carichi”.

FONTE: Riza

(ENGLISH VERSION)

If you have insomnia by spring you can begin to help yourself being careful on what you eat before going to bed: go on with chocolate, pumpkin seeds, spinach and …
With the arrival of spring, many people suffer from insomnia. If it happens to you, one of the first things you can do is correct the power supply: there are foods that can help you to fall asleep naturally and others that, especially when taken repeatedly in the evenings, make it difficult, if not impossible, for a night’s rest.

You need to stock up on magnesium

A key element to promote sleep is magnesium, a mineral that regulates the biological clock at the base of a proper functioning of the sleep-wake rhythm and that in situations of prolonged stress may be lost or consumed in significant amounts. One of the main sources of magnesium is the dark chocolate, but you can stock up with pumpkin seeds. Do not forget also the ricotta, which contains tryptophan, a substance that allows the synthesis of serotonin and especially of melatonin, the hormone that regulates sleep cycle.

These foods make you sleep.

But what other foods should you eat to be able to sleep well? Are great sesame seeds, rich in tryptophan: if taken at dinner significantly improves the quality of sleep and mood. Brown rice and oats have then great sedative for the brain, as well as the spinach that represent an important source not only football but also magnesium, vitamin B6 and folic acid, substances that promote muscle relaxation. Of course, don’t forget the fish, bananas, avocados, yogurt, nuts and green leafy vegetables.

… These leave a clear field to insomnia

On the contrary there are foods that can help insomnia and to which we have to be careful especially in spring: above all processed carbohydrates like cookies, packaged cereals, white bread, Pasta and rice.

They are sugary foods that require longer digestion time and with a very long stage of disposal. In second place is monosodium glutamate, a substance found in foods prepared and prepackaged and which may, in some individuals, cause a reaction is exciting. Many point the finger on the Bacon: this food promotes the release of substances that stimulate the brain and keep us awake.

Other foods with similar properties are sauerkraut, smoked products generally, eggplants, wine, sausage, cheese, all high dose exciting substances before going to bed not conducive to sleep.

Attention to the overall lifestyle

Then there’s alcohol, whose hiring during the evening hours can impair sleep, causing night Awakenings. The sedative effect is only superficial and transitory and the workload which the liver requires considerable energy expenditure by the body. These are the main suggestions that can be drawn from a study of the universities of Edinburgh and Cambridge, published recently in the journal Nature. For a rejuvenating rest it is important to pay attention not only to eating habits, but also to lifestyle, how to exercise on a regular basis and take breaks during the day from work to avoid getting to bed excessively "load".

SOURCE: Riza

ConsigliSparsi | 13 maggio 2016 alle 11:17 | Etichette: dieta, stile di vita | Categorie: dieta, stile di vita | URL: http://wp.me/p17AW6-2eE

Commento Visualizza tutti i commenti Mi piace
Annulla l’iscrizione per non ricevere più articoli da La ForzaDellaNatura’s Blog.
Modifica impostazioni email su Gestione iscrizioni.

Non riesci a cliccare? Copia e incolla questo URL nel tuo browser:
https://casabenessere.wordpress.com/2016/05/13/ecco-i-cibi-che-favoriscono-un-buon-sonno-here-are-the-wright-foods-that-helsp-you-to-sleep-better/

ConsigliSparsi ha pubblicato:"Lo zenzero è cibo medicinale antico. Possiede enormi capacità di rafforzare il sistema immunitario, migliorare la digestione e ridurre l’infiammazione. Lo zenzero contiene almeno 115 principi attivi che sono stati scoperti dagli scienziati, i principali "

Nuovo articolo su La ForzaDellaNatura’s Blog

BEVANDA DI ZENZERO, RIPULISCE IL FEGATO E LIBERA I RENI DAI CALCOLI (Ginger Tea Helps You Detox Your Liver And Eliminate Gallstone)

by ConsigliSparsi

tisana-zenzero-beneficiLo zenzero è cibo medicinale antico. Possiede enormi capacità di rafforzare il sistema immunitario, migliorare la digestione e ridurre l’infiammazione.

Lo zenzero contiene almeno 115 principi attivi che sono stati scoperti dagli scienziati, i principali sono zingerone, shogaols, e gingerolo che sono potenti antibatterici, antivirali, anti-fungini e antiparassitari ed inoltre sono ottimi per chi soffre di asma, disturbi cardiocircolatori e molto altro:

  • Lo zenzero, come diversi studi dimostrano, è molto efficace per mal di testa ed emicrania.
  • Inoltre un altro studio mostra come lo zenzero è in grado di tener lontani i virus essendo quindi protettivo contro influenza e malattie da raffreddamento.
  • Lo zenzero protegge i reni e scioglie i calcolirenali. Uno studio pubblicato su Scientific World Journal suggerisce il ruolo protettivo dello zenzero nei reni dato che è in grado di ridurre l’infiammazione, migliorare la funzione dei reni e la salute delle cellule renali.
  • Il regolare consumo della tisana di zenzero rafforza il sistema immunitario grazie alla presenza di antiossidanti e principi attivi, aumentando quindi il livello di energia e resistenzafisica.
  • Solo una tazza di tisana di zenzero al giorno può minimizzare il rischio di infarto, infatti lo zenzero aiuta a pulire le arterie dai depositi di grasso che si possono formare. Uno studio pubblicato su Molecular bioSystems afferma chiaramente che lo zenzero instaura dei meccanismi biochimici nel corpo che ci difendono dalle malattie cardiocircolatorie.
  • Grazie alle proprietà riscaldanti dello zenzero, migliora la circolazione sanguigna e quindi migliora il trasporto di vitamine, minerali, ossigeno verso le cellule del corpo. E’ ottimo per chi ha spesso piedi e manifredde.
  • Uno studio pubblicato su British Journal of Anesthesia afferma che lo zenzero è un potente rimedio casalingo contro la nausea, specialmente durante i trattamenti per il cancro e la gravidanza. Sono anche quindi ideali le caramelle candite di zenzero o magari dei pezzetti di zenzero fresco da portare con sé.
  • Lo zenzero è persino in grado di migliorare le prestazioni cerebrali. Uno studio infatti mostra come lo zenzero abbia dei componenti bioattivi che impediscono i processi infiammatori e degenerativi nel cervello, affermando quindi come possa essere considerato una valida prevenzione contro la demenza e l’Alzheimer.
  • Lo zenzero è un potente antitumorale. Infatti contiene 6-gingerol e 6-shogaol che in diversi studi si sono mostrati essere enormemente efficaci contro le cellule tumorali sia in vitro che in vivo. Infatti solo per citare alcune ricerche possiamo dire che:
    • Uno studio ha dimostrato le proprietà antitumorali dello zenzero contro il cancro alla prostata
    • Lo zenzero grazie a 6-shogaol è efficace anche contro la leucemia, come afferma una ricerca pubblicata su Molecular Cancer.
    • La sostanza 6-gingerol si è dimostrata enormemente efficace contro le cellule del cancro ai polmoni.
    • Una ricerca ha dimostrato che il taxolo, un medicinale chemioterapico, usato in concentrazione pari a 10.000 volte superiore al composto dello zenzero non è stato in grado di colpire selettivamente la radice del cancro come invece ha fatto il 6-shogaol dello zenzero. Mostrando quindi come lo zenzero sia potenzialmente più efficace della chemioterapia. Per approfondire vedi Studio Scientifico: lo Zenzero è 10.000x più efficace della Chemioterapia.

Come fare la tisana di zenzero

Pezzo di radice di 4-5 cm di Zenzero

Acqua

Preparazione

  • Prendi lo zenzero, lavalo bene (non rimuovere la buccia) e taglialo a pezzettini sottili (o grattugialo).
  • Metti il tutto in una pentola con mezzo litro d’acqua e fai bollire a fuoco basso.
  • Se si vuole essere certi di estrarre tutti i principi attivi è necessario farlo bollire per 45 minuti o un’ora (in tal caso può essere necessario aggiungere più acqua all’inizio). Altrimenti si può far bollire per 10 minuti e riusare i pezzetti di zenzero per le volte successive.
  • Spegni, lascia in infusione per 5 minuti. Filtra e bevila calda.

FONTE: Donidream

(ENGLISH VERSION)

Ginger is an ancient medicinal food. It possesses enormous properties to strengthen the immune system, improve digestion and reduce inflammation.
Ginger contains at least 115 active ingredients that have been discovered by scientists, the main ones being zingerone, shogaols and gingerol antibacterial, antiviral, which are potent antifungals and antiparasitics and are also great for those suffering from asthma, cardiac diseases and more:

  • Ginger, as studies have shown, is very effective for headaches and migraine.
  • Another study shows how Ginger is able to keep the virus being so protective against influenza and colds.
  • It is proven that Ginger is a great painkiller and anti-inflammatory, being so great for aching muscles, arthritis and joint pain. Main article: see scientific study: Ginger is better than Ibuprofen and Cortisone.
  • Ginger protects the kidneys and loosens the gallstone. A study published in Scientific World Journal suggests the protective role of ginger in the kidneys as it is able to reduce inflammation, improve the function of the kidneys and the renal cell health.
  • The regular consumption of ginger tea enhances immunity due to the presence of antioxidants and active ingredients, thus increasing the energy level and resistenzafisica.
  • Just a cup of ginger tea a day may reduce the risk of heart attack, in fact ginger helps clean arteries by fatty deposits that may form. A study published in Molecular bioSystems makes it clear that ginger establishes biochemical mechanisms in the body that defend us from cardiovascular disease.
  • Thanks to the heating properties of ginger, it improves the blood flow through and therefore improves the transport of vitamins, minerals, oxygen to body cells. It’s great for those often feet and cold hands.
  • A study published in the British Journal of Anesthesia says that Ginger is a powerful remedy against nausea, especially during treatments for cancer and pregnancy. They are also ideal Candied Ginger candies or maybe pieces of fresh ginger to take along.
  • Ginger is even able to improve brain performance. A study in fact shows how Ginger has bioactive components that prevent degenerative inflammatory processes and in the brain, claiming so as to be considered a viable prevention against dementia and Alzheimer’s.
  • Ginger is a powerful anticancer. It contains 6-gingerol and 6-shogaol in several studies have shown to be greatly effective against cancer cells both in vitro and in vivo. In fact, just to mention some research we can say that:
    • A study has shown anticancer properties of ginger against prostate cancer
    • Ginger thanks to 6-shogaol is also effective against leukemia, according to a study published on Molecular Cancer.
    • The substance 6-gingerol has proved enormously effective against lung cancer cells.
    • A research showed that taxol, a chemotherapy drug, used in a concentration equal to 10000 times the ginger compound has not been able to strike selectively the root of cancer as did the 6-shogaol of ginger. Thus showing how Ginger is potentially more effective than chemotherapy. Main article: see scientific study: Ginger is 10,000 x more effective than chemotherapy.

How to make ginger tea

  • 4-5 cm piece of ginger root
  • Water

Preparation

  • Take ginger, wash it well (do not remove the peel) and cut it into small pieces (or grate).
  • Put everything in a pot with 2 cups of water and simmer over low heat.
  • If you want to be certain to remove all active substances you need to boil for 45 minutes or an hour (in which case you may need to add more water at the beginning). Otherwise you can boil for 10 minutes and reuse bits of ginger for the next time.
  • Turn it off, leave to soak for 5 minutes. Filter and drink it warm.

Source: Donidream

ConsigliSparsi | 12 maggio 2016 alle 13:02 | Etichette: FITOTERAPIA | Categorie: fitoterapia | URL: http://wp.me/p17AW6-2eB

Commento Visualizza tutti i commenti Mi piace
Annulla l’iscrizione per non ricevere più articoli da La ForzaDellaNatura’s Blog.
Modifica impostazioni email su Gestione iscrizioni.

Non riesci a cliccare? Copia e incolla questo URL nel tuo browser:
https://casabenessere.wordpress.com/2016/05/12/bevanda-di-zenzero-ripulisce-il-fegato-e-libera-i-reni-dai-calcoli-ginger-tea-helps-you-detox-your-liver-and-eliminate-gallstone/

ConsigliSparsi ha pubblicato:"

Il lino è una pianta sfruttata sin dai tempi più antichi, non soltanto per la tessitura ma anche per le sue preziose virtù medicinali: Scopri quali!

Semi, farina e olio: del lino non si buttava via niente Del linum usitatissimum, non si "

Nuovo articolo su La ForzaDellaNatura’s Blog

I MILLE BENEFICI DEI SEMI DI LINO (All The Great Benefits Of Flax Seeds)

by ConsigliSparsi

Flax seeds

Il lino è una pianta sfruttata sin dai tempi più antichi, non soltanto per la tessitura ma anche per le sue preziose virtù medicinali: Scopri quali!

Semi, farina e olio: del lino non si buttava via niente

Del linum usitatissimum, non si buttava via niente. I suoi semi, la sua farina e persino il suo olio venivano considerati preziosi alimenti e medicinali. In particolare, da sempre la pianta gode di grande fama come potente emolliente naturale.

I semi riducono le infiammazioni

A contatto con sostanze acquose, i semi di lino rilasciano mucillagini. E sono proprio tali componenti che aiutano il corpo a ridurre le infiammazioni. In particolare, vengono adoperati per i disturbi gastrointestinali: il suo infuso è ottimo in caso di

  • epatopatie,
  • stitichezza,
  • gastralgie,
  • emorroidi e
  • malattie infiammatorie intestinali.

La loro regolare assunzione sembra prevenire anche disturbi infiammatori dell’apparato urinario come le cistiti e dell’apparato respiratorio.

Ricchissimi di acidi grassi essenziali

I semi di lino contengono ottime quantità di omega-3 e omega-6, egregiamente bilanciate. Tali componenti sono implicati nella prevenzione del rischio cardiovascolare e nella riduzione dell’ansia. Ma non solo. Studi recenti ritengono che la donna che assume semi di lino durante la gravidanza favorisca la crescita della corteccia cerebrale del bambino in età fetale.

Una possibile arma antitumorale

Alcuni studi statunitensi mostrano che i semi di lino possono essere considerati una naturale arma preventiva per il tumore

  • al colon,
  • al seno e
  • alla prostata.

Sono un eccellente rimedio in caso di stipsi e gonfiore intestinale

I semi di lino, contenendo mucillagini, provocano un rigonfiamento di tipo meccanico una volta posti in acqua. Se si prepara un decotto da bere mattina e sera, si ottiene un effetto purgante (leggero).

La farina di lino per via esterna

In molti ormai sanno come si usano i semi di lino, ma forse pochi conoscono l’uso della farina all’epoca dei nostri nonni, poco più di mezzo secolo fa. Utilizzavano sempre farine appena macinate: quelle vecchie infatti potrebbero nuocere alla pelle. E con queste preparavano un cataplasma sciogliendo la farina in acqua fredda fino a ottenere una pasta semi-densa. Dopo di che la scaldavano a fuoco lentissimo e l’applicavano sulla cute tra una garza e l’altra, in maniera che rimanesse a contatto con la pelle. Il rimedio era utile in caso di

  • piaghe,
  • ulcere,
  • dermatosi,
  • contusioni e
  • dolori addominali.

La stessa farina, miscelata con un po’ di farina di senape e applicata sul petto, veniva usata per le malattie bronchiali.

Oggi si usa per modellare i capelli

Oggi i semi di lino cotti in acqua bollente per una decina di minuti si utilizzano come gel modellante per capelli, naturale al 100%. I semi di lino devono essere chiusi in sfere metalliche da tisana in modo da evitare – da tisana – per far cuocere i semi. In questo modo si evita che essi rimangano intrappolati nel gel e poi di ritrovarseli sulla chioma.

Dosi

Le dosi medie di semi di lino sono di 10-20 grammi per litro di acqua. Generalmente l’infusione non va protratta per più di cinque minuti. In caso contrario, si formerà un gel molto spesso, non particolarmente gradito durante l’ingestione.

Chi preferisce, può assumere l’olio di semi di lino tal quale: un cucchiaio la mattina a digiuno.

Va detto, però, che è necessario porre attenzione che sia i semi che il suo olio siano perfettamente conservanti e non presentino segni di rancidità. In questi casi potrebbero nuocere alla salute anziché far bene.

FONTE: Riza

(ENGLISH VERSION)

Flax is a plant used since ancient times, not only for weaving but also for its valuable medicinal properties: find out what are they!

Flax seed oil, flour and not thrown anything away

Of flax, not thrown away. Its seeds, its flour and even its oil were considered valuable food and medicines. In particular, the plant is renown to be a great and powerful natural emollient.

The seeds reduce inflammation

In contact with aqueous, flax seeds they release mucilage. And it is precisely those components that help the body reduce inflammation. In particular, are used for gastrointestinal disorders: its infusion is very good in cases of

  • liver disease,
  • gastralgia,
  • constipation,
  • hemorrhoids and
  • inflammatory bowel disease.

Their regular intake also seems to prevent urinary tract inflammatory diseases like cystitis and respiratory system.

Rich in essential fatty acids

Flax seeds contain great amount of omega-3 and omega-6, very well balanced. These components are implicated in cardiovascular health and reduceanxiety. But not only. Recent studies estimate that the woman who takes on flaxseed during pregnancy fosters the growth of the cerebral cortex in fetal age.

A possible anticancer weapon

Some u.s. studies show that flaxseed can be considered a natural preventive weapon for

  • prostate,
  • breast
  • colon cancer.

Are an excellent remedy in case of constipation and intestinal bloating

Flax seeds, containing mucilage, cause a bulge of mechanical type once placed in water. If you prepare a decoction to drink in the morning and evening, you get a (light) purgative effect.

The external flax flour

In many now know how to use flax seeds, but perhaps few know the use of flour at the time of our grandparents, just over half a century ago. Always freshly milled flour used: the old ones may be harmful to the skin.

And with these made a poultice prepared by dissolving the flour in cold water until you have a semi-dense. After which the warmed a slow fire and applied on the skin between gauze and the other, in a way that it remained in contact with the skin. The remedy was useful in case of sores, ulcers, Dermatitis, bruising and abdominal pain. The same flour, mixed with a little flour of mustard and applied to the chest, was used for bronchial diseases.

Today we use to shape your hair

Today flax seeds cooked in boiling water for about ten minutes are used as hair gel,100% natural. Flax seeds must be enclosed in metal balls for herbal teas to avoid – from herbal tea – to cook the seeds. This ensures that they remain trapped in the gel and then you can find them on the canopy.

Doses

The average doses of flaxseed are 10-20 grams per liter of water. Generally the infusion should not be continued for more than five minutes. Otherwise, it will form a gel quite often, not particularly pleasant during ingestion.

Those who prefer can take flaxseed oil as it is: take a tablespoon in the morning on an empty stomach.

It must be said, however, that care must be taken that the seeds have to be fresh and oil should not have any sign of rancidity. In these cases it could be harmful to health, rather than getting it right.

SOURCE: Riza

ConsigliSparsi | 11 maggio 2016 alle 13:31 | Categorie: alimenti, rimedi naturali | URL: http://wp.me/p17AW6-2ev

Commento Visualizza tutti i commenti Mi piace
Annulla l’iscrizione per non ricevere più articoli da La ForzaDellaNatura’s Blog.
Modifica impostazioni email su Gestione iscrizioni.

Non riesci a cliccare? Copia e incolla questo URL nel tuo browser:
https://casabenessere.wordpress.com/2016/05/11/i-mille-benefici-dei-semi-di-lino-all-the-great-benefits-of-flax-seeds/

ConsigliSparsi ha pubblicato:"Camminare è uno sport alla portata di tutti: permette di bruciare calorie, rassodare i muscoli e accelerare il metabolismo evitando i micro-traumi ossei e muscolari della corsa

La camminata è un vero toccasana per la salute e un metodo efficace per dim"

Nuovo articolo su La ForzaDellaNatura’s Blog

PER ESSERE MAGRE, BASTA CAMMINARE! (To Get Slim You Only Need To Walk)

by ConsigliSparsi

come-dimagrire-camminando-programma-calorie-da-bruciareCamminare è uno sport alla portata di tutti: permette di bruciare calorie, rassodare i muscoli e accelerare il metabolismo evitando i micro-traumi ossei e muscolari della corsa

La camminata è un vero toccasana per la salute e un metodo efficace per dimagrire, in quanto attiva il meccanismo metabolico brucia-grassi. Inoltre, ai benefici della corsa

  • tonificazione del corpo,
  • aumento della circolazione del sangue,
  • prevenzione di diabete,
  • ipertensione arteriosa,
  • obesità,
  • osteoporosi,
  • ictus e infarto, e
  • messa in circolo delle endorfine, sostanze preziose per il buonumore

unisce la caratteristica di non danneggiare la struttura ossea e muscolare, perché non prevede la fase di volo e la successiva fase di “atterraggio” al suolo.

La camminata è un’attività a portata di tutti e che regala grandi benefici tra cui il dimagrimento. Secondo uno studio italiano condotto alcuni anni fa dalla Clinica Pediatrica dell’Università di Verona e pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism ha identificato nella camminata costante a 4 km/h, l’andatura ideale per sciogliere i grassi. È una velocità blanda, di una comune passeggiata, ed è quella che fa consumare la più alta percentuale di calorie derivante dai grassi (40%) rispetto ad alte fonti (carboidrati).

In pratica, è stato rilevato che una persona di 70 kg che cammina per 40 minuti a 4 km/h brucia 150 calorie e 6 g di grasso, mentre la stessa persona che cammina a una velocità di 6 km/h brucia le stesse calorie in un tempo inferiore (27 minuti) ma consumando solo 3 grammi di grasso.

Il numero di passi ideali sostenuto ormai da tutti gli esperti è fissato, in media, a 10.000 “step” giornalieri, meglio se consecutivi: uno studio internazionale pubblicato sulla rivista Journal of Physical Activity & Health da un team di 14 ricercatori provenienti da Australia, Canada, Francia, Svezia e Stati Uniti, ha evidenziato che una camminata senza pause di 30 – 40 minuti brucia più calorie della stessa attività effettuata in diversi momenti della giornata, e che per vedere i risultati sono necessarie almeno tre sedute alla settimana.

Se poi, anziché a una camminata “normale”, si abbina l’uso dei bastoncini come nel Nordic walking o nel Fitwalking Cross, due metodi che differenziano solo per qualche dettaglio tecnico, si ha un maggior dispendio calorico:

  • il consumo energetico è superiore del 20 – 30% rispetto al walking senza bastoncini.

L’utilizzo delle particolari racchette, simili a quelle dello sci di fondo, permette di tonificare anche la parte alta del corpo, in particolare tricipiti, spalle e dorso. Così si ottiene un coinvolgimento di circa il 90% della muscolatura totale, alleggerendo però il carico su ossa e articolazioni, e la frequenza cardiaca aumenta rispetto alla camminata tradizionale, sollecitando il sistema cardiocircolatorio.

FONTE: Riza

(ENGLISH VERSION)

Walking is a sport for everyone: it allows you to burn calories, tone muscles and speed up your metabolism by avoiding bone and muscle micro-injury of the race
The walk is a lifesaver for health and an effective way to lose weight, because it activates the metabolic fat burning mechanism. In addition, the benefits over running –

  • body toning,
  • increased blood circulation,
  • prevention of diabetes,
  • high blood pressure,
  • obesity,
  • osteoporosis,
  • stroke and heart attack, and
  • putting into circulation of endorphins, substances that are valuable in good humour

it combines the characteristic of not damaging the bone and muscle structure, because it does not provide for the flight phase and the next phase of "landing" on the ground.
Walking is an activity for everyone and it gives great benefits including weight loss. Italian study conducted a few years ago from the Department of Paediatrics at the University of Verona and published in the Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism identified in walk steady at 4 km/h, the stride ideal for dissolving fat.

It is a mild speed, a common walk, and it is the one that consumes the highest percentage of calories from fats (40%) compared to high sources (carbohydrates).

Actually, it has been found that a person of 70 kg walking for 40 minutes to 4 mph Burns 150 calories and 6 g of fat, while the same person walking at a speed of 6 mph burns the same calories in less time (27 minutes) but consuming only 3 grams of fat.

The number of ideals steps supported now by all experts shall, on average, at 10.000 steps daily, preferably consecutive step: an international study published in the Journal of Physical Activity and Health by a team of 14 researchers from Australia, Canada, France, Sweden and United States, has shown that a 30-40 minute walk without pausing to burn more calories in the same activity performed at different times of the day , and to see the results you need at least three sessions a week.

If, instead of a "normal" walk, it combines the use of Poles as Nordic walking or power walking Cross, two methods that differ only on some technical detail, it has a greater calorie expenditure: the energy consumption is higher by 20 – 30% compared to walking without poles.

The use of the particularrackets, similar to skiing, allows you to tone the upper body, particularly triceps, shoulders and back. So you get a total of about 90% involvement of the muscles, easing the load on bones and joints, and heart rate increases than the traditional walk, urging the cardiovascular system.

SOURCE: Riza

ConsigliSparsi | 10 maggio 2016 alle 18:42 | Etichette: stile di vita | Categorie: stile di vita | URL: http://wp.me/p17AW6-2es

Commento Visualizza tutti i commenti Mi piace
Annulla l’iscrizione per non ricevere più articoli da La ForzaDellaNatura’s Blog.
Modifica impostazioni email su Gestione iscrizioni.

Non riesci a cliccare? Copia e incolla questo URL nel tuo browser:
https://casabenessere.wordpress.com/2016/05/10/per-essere-magre-basta-camminare-to-get-slim-you-only-need-to-walk/

ConsigliSparsi ha pubblicato:"Mangiando ogni giorno una porzione di legumi pari a 340 grammi si aiuta il corpo a perdere peso: il segreto è il senso di sazietà

Mangiare ogni giorno una porzione di fagioli, piselli, ceci o lenticchie potrebbe aiutare a perdere il peso in e"

Nuovo articolo su La ForzaDellaNatura’s Blog

VUOI DIMAGRIRE? I LEGUMI TI AIUTANO (Beans Help You To Loose Weight)

by ConsigliSparsi

legumiMangiando ogni giorno una porzione di legumi pari a 340 grammi si aiuta il corpo a perdere peso: il segreto è il senso di sazietà

Mangiare ogni giorno una porzione di fagioli, piselli, ceci o lenticchie potrebbe aiutare a perdere il peso in eccesso.

A suggerirlo è uno studio canadese pubblicato recentemente sull’American Journal of Clinical Nutrition, secondo cui mangiare 130 grammi di legumi farebbe perdere fino a 0,34 chili (340 grammi) al giorno. Il lavoro, del St. Michael’s Hospital di Toronto, è basato su una precedente analisi del Centro Nutrizione clinica dello stesso ospedale, secondo cui chi si nutre spesso di legumi si sente più sazio rispetto a chi segue una dieta controllata e in questi soggetti si verifica anche un buon controllo del colesterolo “cattivo”.

I legumi fanno bene alla linea e alla salute

I ricercatori hanno analizzato i risultati di 21 sperimentazioni cliniche, per un totale di 940 partecipanti adulti, maschi e femmine. Tutti i soggetti hanno perso peso mangiando una porzione al giorno di legumi senza fare particolari sforzi per privarsi di altri alimenti. Secondo Russell de Souza, uno degli autori dello studio, il 90% delle diete tende a fallire a causa della sensazione di fame poco controllabile che porta ad abbandonare il programma iniziato.

Una porzione quotidiana di legumi potrebbe essere una buona soluzione, proprio grazie alla capacità di “saziare” a sufficienza. Un’altra revisione sistematica di studi ha dimostrato che mangiare una porzione al giorno di legumi abbassa fino al 5% il colesterolo cattivo (LDL) e di conseguenza fa diminuire il rischio di problemi cardiovascolari. Il 2016 è stato dichiarato dalle Nazioni Unite “anno dei legumi”, alimenti preziosi per il loro basso indice glicemico: possono sostituire in gran parte le proteine animali e ridurre cosi l’assunzione di grassi “cattivi”.

I legumi proteggono anche dal diabete senile

Come spiega Andrea Ghiselli, ricercatore del CREA (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria) di Roma, molte persone purtroppo hanno perso la conoscenza delle reali proprietà dei legumi: se ne consuma in media molto meno di una porzione a settimana e solo un adulto su tre li mette in tavola.

Eppure uno dei pregi principali dei legumi consiste, appunto nell’effetto sulla sazietà. Cosa ancora più importante, inoltre, è che i legumi possiedono un effetto metabolico estremamente interessante: hanno un basso indice glicemico e sono capaci di abbassare quello dell’intero pasto, contribuendo a quello che viene chiamato dagli esperti “second meal effect”, fenomeno per il quale i legumi non solo abbassano l’indice glicemico del pasto che li contiene, ma modulano “l’impatto” del pasto successivo, con importanti ripercussioni sul peso, sullo sviluppo dell’insulinoresistenza e quindi sul rischio di sviluppare nel tempo diabete. Portando a tre le porzioni settimanali di legumi, si potrebbero avere effetti favorevoli non solo sul peso ma anche sul metabolismo in genere riducendo cosi in modo sensibile il rischio di malattie cardiovascolari.

FONTE: Riza

(ENGLISH VERSION)

Eating a daily serving of vegetables amounted to 340 grams it helps the body to lose weight: the secret is the sense of satiety

Eating a daily serving of beans, peas, chickpeas or lentils may help you lose the excess weight. To suggest this is a Canadian study published recently in the American Journal of Clinical Nutrition, that eating 130 grams of vegetables would lose up to 0.34 pounds (340 grams) per day. The work, of St. Michael’s Hospital in Toronto, is based on an earlier analysis of the Clinical Nutrition Center of the same hospital, that those who often feeds on legumes feels more satisfied than those who follow a controlled diet and in these individuals occurs also a good control of "bad" cholesterol.

Legumes are good for your shape and health

The researchers analyzed the results of 21 clinical trials, for a total of 940 adult participants, males and females. All subjects lost weight by eating one serving a day of vegetables without making special efforts to deprive themselves from other foods. According to Russell de Souza, one of the authors of the study, 90% of diets tend to fail because of uncontrollable feeling of hunger that leads to abandon the program started.

A daily serving of legumes could be a good solution, thanks to "satiate" skills sufficiently. Another systematic review of studies have shown that eating one serving a day of vegetables lowers up to 5% of the bad cholesterol (LDL) and therefore decreases the risk of cardiovascular problems. The 2016 year has been declared by the United Nations’ Year of legumes ", to draw sustenance for their low glycemic index: can largely replace animal protein and thus reduce fat intake" bad. "

Legumes also protect from senile diabetes

Explains Andrea Ghiselli, researcher of CREA (Research Council for agriculture and the agrarian economy analysis) of Rome, many people unfortunately have lost the knowledge of the real properties of the vegetables: it consumes on average much less than one serving a week and only one in three adults puts them on the table. Yet one of the main advantages of legumes consists precisely in the effect on satiety.

More importantly, also, it is that the pulses have a very interesting metabolic effect: they have a low glycemic index and are capable of lowering the entire meal, contributing to what is called by experts "second meal effect", a phenomenon which legumes not only lowers the glycemic index of the meal that contains them, but modulate "the impact" of the next meal, an important impact on weight, on the development of insulin resistance and therefore the risk of developing diabetes over time.

Bringing to three weekly servings of legumes, you might have favorable effects not only on weight but also on the metabolism in general, thus reducing significantly the risk of cardiovascular disease.

SOURCE: Riza

ConsigliSparsi | 9 maggio 2016

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...