Perché esistono diverse religioni?

Sri Srimad Bhaktivedanta Narayana Maharaja

PERCHE’ ESISTONO DIVERSE RELIGIONI?
Murwillumbah, Australia, 15 Febbraio 2002

Un giorno di primo mattino, durante il brahma-murta (un’ora e 36
minuti prima dell’alba, durante l’arunodaya, quando il sole non é
ancora sorto ma il buio sta per andarsene), Premadasa Babaji Maharaja
stava seduto vicino a Tulasi che era molto grande e stava facendo i
fiori. Babaji era seduto su un kusa-asana, un seggio fatto di foglie
di banana, e cantava due lakh di harinama. L’harinama può essere
cantato anche senza aver fatto il bagno. Si può cantare sia da seduti
che da distesi o mentre si cammina, ma si dovrebbe tentare di restare
seduti. Il devoto deve avere una mente fissa e pura e mentre canta
Hare Krsna deve ricordare i passatempi di Gauracandra e di
Krsnacandra. Premadasa Babaji stava facendo così. Stava pensando a
Radha e Krsna e alle loro sakhi a Sanketa-kunja.

Alla mattina presto, prima dell’alba, tutte le sakhi servono Radha e
Krsna in molti modi, . In quel momento la vecchia scimmia di Radhika
lanciò gridò di avvertimento e Radhika pensò che stesse dicendo che
Jatila stava arrivando e che tutti dovevano tornare a casa. Quando la
scimmia urlò: "Jatila! Jatila!" Radhika pensò che stava cercando di
dire: "Tu vivi nella casa dei tuoi suoceri ma sei andata via in
segreto. Non sei casta e sei molto furba. Poiché sei una grande
imbrogliona, tua suocera Jatila sta arrivando per darti una lezione.
Aspetta un attimo; lei sta arrivando con un bastone di bamboo. Resta
seduta qui e lei arriverà." Asoltando il grido della scimmia, tutti
pensarono: "Oh, sta arrivando Jatila! Dobbiamo subito tornare alle
nostre case."

Babaji Maharaja stava ascoltando tutte queste cose. Non c’era nessuna
scimmia, ma sentì la voce della scimmia e disse: "Oh, Ananga-manjari
sta dicendo di far tacere quella vechia scimmia. Radha e Krsna stanno
dormendo e non devono essere disturbati. Ramana-manjari, và e ferma
quella scimmia." Non sembrava stesse parlando con qualcuno in
particolare, ma Sannyasi Thakura era lì presente ed era ansioso di
ascoltare. Così quando Babaji Maharaja con gli occhi chiusi disse:
"Ramana-manjari, dì a quella scimmia di non creare disturbo."
Sannyasi Thakur sapeva: "Il mio gurudeva mi sta dando un’istruzione.
Il mio nome nella trascendentale siddha-deha é Ramana-manjari e uno
dei miei doveri é quello di servire Radha e Krsna coniugali e non
farli disturbare da nessuno. Il mio servizio é di sventagliarLi con
il camara e fare altre cose del genere."

Premadasa Babaji perse la coscienza esterna e cominciò a rotolare
per terra. Questo é il vero processo. Non siate come i sahajiya che
pensano di realizzare la siddha-deha anche se hanno ancora molti
desideri materiali e quando kama e krodha, lussuria e rabbia, sono
ancora nel loro cuore. Non potete ottenere questa perfezione con la
forza o artificialmente. Cantate il nama e servite il vostro Gurudeva
con pazienza. Quando eseguirete seriamente e sarete sufficientemente
qualificati, Gurudeva stesso vi rivelerà tutte queste verità
confidenziali. Se non siete qualificati e create la siddha-deha (realizzazione del corpo spirituale)
artificialmente, non otterrete nulla. Sarete solamente rovinati.

Ora i cù-cù stavano cantando, i pavoni danzavano e il sole era sorto.
Sannyasi Thakur cominciò a cantare con un tono un po’ alto ‘Hare
Krsna Hare Krsna", e queste parole arrivarono alle orecchie di
Premadasa Babaji. Babaji Maharaja aprì gli occhi e disse: "Dove sono?
Cosa stavo facendo?" Poi cominciò a cantare Hare Krsna. Questo
significa fare il bhajana e noi dobbiamo cercare di entrare nel regno
del bhajan. Non desiderate di fare soldi o di avere un fidanzato o
una fidanzata. Non andate in quella direzione. Avete già fatto queste
attività quando eravate cani e porci, e questi animali possono gioire
meglio di voi. Perché cercate di imitarli? Se siete sposati non c’é
problema; restate con il marito o la moglie e siate come brahmacari,
fate il bhajan insieme.

Sannyasi Thakura voleva chiedere al suo gurudeva una domanda, e
quindi offrì i suoi pranama e disse: "Voglio sapere una cosa. Per
favore, se sono qualificato dammi la risposta. La decisione riguardo
alla mia qualifica é tua. Se sono qualificato, gentilmente dammi una
risposta." Ascoltando queste parole Gurudeva divenne molto felice.

Dopo che entrai nella vita spirituale con Gurudeva nella Matha, non
ero mai silenzioso. Chiedevo sempre a Gurudeva qualche domanda e lui
non era mai disturbato. Lui mi convinceva sulle sue conclusioni
usando molti tipi di logica. Lui usava sempre la logica e non molto
gli sloka, ma gli sloka gli correvano dietro e lo inseguivano.
Paramapujyapada Sridhara Maharaja e il mio Guru Maharaja discutevano
sempre sulle basi della logica. A volte Sridhara Maharaja sconfiggeva
il mio gurudeva, e poi il mio gurudeva replicava e lo sconfiggeva.
Ascoltando tutte queste conversazioni con attenzione i devoti
diventavano molto felici.

Sannyasi Thakur chiese: "C’é un solo Dio e tutte le entità viventi
sono venute da Lui. Poiché Dio é uno ci dovrebbe essere solo una
religione in questo mondo. Noi siamo tutte anime, quindi il nostro
dharma deve essere uno; ma vedo invece che ci sono molte differenze
ovunque. Molti studiosi eruditi predicano il dharma, ma i loro
sentimenti sono diversi. Voglio sapere qual é il vero dharma delle
entità viventi e perché tutti questi guru e acarya spiegano questi
argomenti in modi differenti. Se la religione é solo una perché la
loro predica non é una?

Sankaracarya ha detto una cosa, Srila Vyasadeva ne ha detta un’altra
un po’ diversa, e Sad-darsana acarya Jaimini e Kapila hanno detto una
cosa ancora diversa. Perché i cristiani hanno diverse opinioni e
perché fanno differenziazioni con gli altri? I musulmani uccidono
quelli non musulmani. Loro dicono: "Questa gente é kafar (non credono
nel dharma musulmano), quindi é meglio ucciderli." Oggigiorno questo
é un grosso problema. I talebani e Bin Laden vogliono rendere
musulmani l’intero mondo e l’intero universo compresi il sole e la
luna. Loro uccidono tutti quelli che non sono musulmani. Questo é un
grande problema in questo momento.

Dopo aver sentito la domanda di Sannyasi Thakura, Babaji divenne
molto felice e disse: "Questa é una domanda molto buona. Tu sei
estremamente fortunato. Io non sono perfetto, ma ti voglio rispondere
al meglio della mia conoscenza. Un guru autentico non dirà: "Io sono
perfetto." Lui può dare il credito al supremo perfetto, Krsna. Krsna
ha spiegato nella Gita del vero e trascendentale dharma di tutte le
jive dell’universo. C’é solo un dharma.; Krsna non ha mai detto che
c’é un Hindu-dharma, muslim-dharma, brahma-dharma o qualcos’altro.
Lui ha solo detto ‘dharma’, la religione di tutti gli esseri viventi.

Pundarika Prabhu legge dal Jaiva Dharma: "Paramahamsa Babaji meditò
sui piedi di loto di bhagavan Sri Krsna Caitanya, e cominciò a
parlare: ‘O più fortunato tra gli uomini! Ti desriverò i principi del
dharma in accordo a quello che la mia conoscenza mi permmette. Gli
oggetti sono chiamati vastu e la loro natura eterna é chiamata
nitya-dharma, religione eterna. La natura si manifesta dalla
struttura elementare di ogni oggetto. Dal desiderio di Krsna, quando
un oggetto viene creato, una particolare natura é inerente a quella
struttura come suo eterno fattore. Questa natura é il nitya-dharma
dell’oggetto."

Srila Narayana Maharaja: Cercate di capire. Ci sono due sostanze:
jada e cetana, cosciente e inerte. Quello che vediamo con gli occhi,
quello che proviamo con la nostra intelligenza, quello che tocchiamo
e quello che ascoltiamo sono tutte jada, cose inerti. Non sono
trascendentali. Quello che và oltre la visione di questo occhi esiste
eternamente; e quelli che hanno l’indipendenza o il libero arbitrio,
sono cetana, coscienti. Le formiche sono molto piccole, eppure anche
loro hanno il libero arbitrio e possono realizzare felicità e
sofferenza, ma il corpo non lo può mai fare. A causa della presenza
dell’anima noi proviamo qualcosa, camminiamo e facciamo molte altre
cose. Se lanima non ci fosse, non potremmo realizzare niente. Dove
c’é il libero arbitrio e l’esperienza di sukha e dukha, felicità e
soffernza, c’é coscienza.

Ci sono due tipi di entità coscienti: una é l’anima e l’altra é la
Superanima. Tutte le anime sono eterne servitrici della Suprema
Anima; questa Superanima é il Signore Krsna Stesso. C’é una relazione
tra l’anima e la superanima, sia che siamo indiani, americani,
australiani, africani, europei, cinesi o russi. Non ci sono molti
Dio, come un Dio australiano, un Dio indiano o un Dio cristiano o
Buddhista.

In verità nella filosofia buddhista non c’é Dio e anima. Loro non
hanno idea di come sopravvivono; sono come dei pazzi. Una persona
pazza é sempre occupata, a fare cosa? Non ha scopo nella vita. Se sta
correndo velocemente per la strada, gli potrei chiedere: "Dove stai
andando?" e lui risponderà: "Non ho tempo di risponderti." Poi andrà
più avanti e vedrà il cartello stradale con le indicazioni e la
distanza di qualche destinazione, e tornerà
indietro. Qualcuno potrebbe chiedergli "dove stai andando?" e
risponderà ancora "Non ho tempo di risponderti". Noi siamo così e
specialmente i buddhisti lo sono. Loro non hanno scopo nella vita. Il
buddhismo é popolare perché oggigiorno tutti vogliono la
gratificazione dei sensi. Sono come animali incoscienti e quindi sono
attratti al ‘dharma’ buddhista. Vi prego di non andare nelle
assemblee di queste persone pazze.

Quindi non c’é separazione tra il Dio indiano, cristiano ecc.. Dio é
uno e tutte le entità viventi sono anime. Non c’é differenza tra
l’anima di un cane, gatto, topo, formica e persino tra quella di un
cespuglio e di un filo d’erba. La qualità di tutte le anime é la
stessa. Loro hanno dimenticato Krsna, sono differenti forme di vita e
stanno gustando il frutto delle loro passate attività.

La relazione tra l’anima e la Superanima é chiamata prema (amore divino). E’ solo
prema e nient’altro. Caitanya Mahaprabhu é venuto a dare questo amore
ed affetto al mondo intero e questa é la religione dell’intero
universo e di tutte le entità viventi. Noi lo abbiamo dimenticato ed
é per questo che soffriamo molto. Noi dobbiamo soffrire; quindi
cercate di cantare di più e di associarvi di più con i puri devoti,
così in questa vita potrete lasciare tutti gli attaccamenti materiali
ed essere felici per sempre. Srila Bhaktivinoda Thakura ha spiegato
tutte queste verità nel Jaiva Dharma.

Caitanya Mahaprabhu é venuto solo per dare questo amore ed affetto a
tutti. Lo diede alle tigri, agli orsi e agli altri animali sulla
strada per Vrndavana. Lui diede questo amore persino ai cespugli e
agli alberi, persino a Jagai e Madhai. Io sono venuto solo per
ricordarvi che potrete essere felici per sempre solo seguendo questa
unica religione.

GAURA-PREMANANDE!
Hari Hari-bol!

__._,_.___

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...