Preoccupazione per i bimbi vegan? Molto più numerosi i casi di scorretta nutrizione nei bambini onnivori.

Cari lettori,

divulghiamo questo comunicato sulla recente vicenda di cui hanno parlato molto i media e vi chiediamo di diffonderlo il più possibile in qualsiasi canale, inclusi i social network, grazie.

La Redazione di SSNV

testata.gif

[COMUNICATO STAMPA]
CARENZA DI VITAMINA B12 NELLA BAMBINA (FORSE) VEGAN
RICOVERATA A GENOVA? PER PREVENIRE QUESTI RARI CASI
BASTANO PEDIATRI COMPETENTI, CHE PRESCRIVANO L’INTEGRATORE.
MOLTO PIU’ PREOCCUPANTI, GRAVI E NUMEROSI I CASI DI CATTIVA
NUTRIZIONE DEI BAMBINI ONNIVORI: LANCIAMO L’ALLARME SU QUELLI.
30 giugno 2016

I medici e nutrizionisti della Rete Famiglia Veg, esperti in nutrizione pediatrica a base vegetale, si esprimono con alcune considerazioni chiarificatrici in merito alla vicenda della bambina presunta vegana ricoverata al Gaslini di Genova per una presunta carenza di vitamina B12.

"Non avendo dati di prima mano non è possibile sapere se la bambina e la madre seguissero realmente un’alimentazione 100% vegetale: nei pochi altri casi simili riportati dai giornali con tanto clamore è poi risultato che la famiglia e i bambini non fossero vegani né vegetariani" precisa la dottoressa Luciana Baroni, presidente di Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana – SSNV.

Afferma il dott. Mario Berveglieri, pediatra e co-promotore della Rete Famiglia Veg: "Se veramente si tratta di carenza di vitamina B12, il problema non ha a che vedere con l’alimentazione vegan in sé, ma solo con la mancata integrazione di tale vitamina, che si trova facilmente in commercio e deriva da sintesi batterica, così come avviene in natura (questa vitamina non è prodotta né dalle piante né dagli animali, ma dai batteri che contaminano il terreno e le acque)."

Tutti gli onnivori di fatto assumono la vitamina B12 dagli integratori, infatti la maggior parte degli integratori di B12 prodotti nel mondo sono utilizzati nei mangimi degli animali d’allevamento.

Continua la dottoressa Luciana Baroni: "Si leggono così tante affermazioni errate negli articoli apparsi in questi giorni… tra le più infondate e francamente assurde: i vegani soffrirebbero di carenza di acido folico? No, una dieta basata sui vegetali è ben più ricca di acido folico di una basata sui cibi animali. Carenza di ferro? No, un’alimentazione 100% vegetale è ricca di ferro. La dieta vegan necessita di particolari attenzioni? Proprio no, è molto più facile ottenere una dieta sana 100% vegetale piuttosto che una dieta sana basata sui cibi animali (anzi, è impossibile che una dieta che comprenda ogni giorno varie porzioni di cibi animali sia sana). Certificato medico per avere il menù vegan a scuola? Assolutamente no, anzi, il Ministero ha appena emesso una nota per redarguire i Comuni che lo richiedono, specificando che non hanno alcun diritto di farlo."

Infine, una domanda un po’ provocatoria: come mai per i rarissimi episodi di bambini vegan (che spesso si rivelano non tali) che incorrono in carenza di vitamina B12, sulle ormai migliaia che vivono in ottima salute in Italia, occorre "montare un caso", mentre per i molto più numerosi episodi di scorretta nutrizione nei bambini onnivori – a volte per carenze, molto più spesso per eccesso – non si spende nemmeno una parola e non ci si scandalizza, dato che sono molto più numerosi e gravi?

Spiega la dottoressa Carla Tomasini, pediatra della Rete Famiglia Veg e autrice dell’opuscolo per i pediatri "Famiglie veg – una nuova sfida per la Pediatria": "Allarmismo per un paio di bambini vegani (ma forse nemmeno erano vegani) di fronte a un terzo di bambini sovrappeso italiani che sono dei potenziali ‘futuri malati’? Questo sì dovrebbe destare allarme, non i rari casi di genitori che hanno avuto la sfortuna di trovare pediatri non competenti e non hanno integrato la vitamina B12".

Per concludere, da tempo l’American Academy of Pediatrics sostiene (e continua a ribadire) che le diete vegetariane, comprese le vegane, che possono essere ben pianificate com molta facilità (con maggior facilità di quelle onnivore, se si ha la salute come obiettivo) non solo sono salutari, ma danno anche dei vantaggi in termini di salute. Una posizione del tutto analoga a quella dell’Academy of Nutrition and Dietetics.

E’ dunque tempo che pediatri e nutrizionisti si aggiornino e diano informazioni corrette ai genitori vegan. Per quanto è nelle proprie possibilità, l’associazione non profit Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana – SSNV sta contribuendo al cambiamento culturale mettendo a disposizione della popolazione vegetariana (vegana inclusa) una rete di professionisti, la Rete Famiglia Veg – www.famigliaveg.it

La Rete è formata da professionisti, esperti in alimentazione nell’infanzia, che hanno sottoscritto precise linee guida basate sulla più recente letteratura scientifica in materia, in modo da uniformare l’approccio nei confronti di questo tipo di alimentazione.

Chiunque sia competente sul tema è invitato a farne parte e le "famiglie veg" sono invitate a consultare il sito per trovare supporto quando necessario.

Informazioni e contatti: retefamigliaveg

Comunicazione a cura di Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana SSNV
info

Note:
Societa’ Scientifica di Nutrizione Vegetariana – SSNV si prefigge di fornire ai professionisti della salute e alla popolazione generale informazioni corrette sulla nutrizione a base di cibi vegetali e sui suoi rapporti con la salute.

Annunci

Sei buono

(…)la tua bontà interiore supporterà la tua giornata.

Lo so che sai quanto sei buono. Si, tutti facciamo errori, ma in fin dei conti sei una persona genuinamente buona… e lo sai.

Quindi ciò che dovresti sapere è questo: anche Dio lo sa.

Fidati del fatto che la tua bontà interiore determinerà questo momento.

Con amore,
Neale
www.conversazionicondio.com

Osservazione profonda

Osservazione profonda

Con il metodo del respiro consapevole,
il metodo della camminata consapevole,
il metodo dell’abbraccio della rabbia,
quello dell’osservazione profonda della natura
delle nostre percezioni e quello dell’osservazione
profonda dell’altro ci rendiamo conto
che anche lui soffre e ha bisogno di aiuto.
Thich Nhat Hanh

La frase del giorno sul sito Clicca qui

Manda il tuo pensiero. Clicca qui

Pensiero del giovedi 30 giugno 2016

http://www.prosveta.it/
giovedi 30 giugno 2016
« Preghiere, digiuno, abluzioni ecc. Tutte le pratiche prescritte nelle religioni del mondo intero hanno la funzione di preparare gli esseri a ricevere correttamente le correnti e i messaggi del Cielo. L’aspetto più importante, però, non sono le pratiche in sé. La cosa più importante è la volontà di intraprendere un lavoro interiore di spoliazione e di purificazione: migliorare i propri pensieri, i propri sentimenti e le proprie azioni. Chi non è deciso a compiere questo lavoro farebbe meglio a lasciare da parte la spiritualità, altrimenti diventerà un pericolo per se stesso e per gli altri.
Finché non ci si è sbarazzati di certi pregiudizi e di certe prese di posizione, niente è più pericoloso delle pratiche spirituali: a chi vi si dedica, esse danno l’illusione di poter essere un messaggero, uno strumento del Cielo. È così che si sono visti individui diventare carnefici della loro famiglia o addirittura del loro popolo. Solo chi ha lavorato per coltivare l’altruismo e l’amore per gli altri è in grado di udire e di trasmettere i messaggi del Cielo. »
Omraam Mikhaël Aïvanhov

Film “Let me go” Helga Schneider: Post Production and Beyond

Let Me Go News

28th June 2016

Dear Let Me Go supporters,

We just wanted to update you as we enter the last weeks of post-production on the film. It has been an exciting and relentlessly busy time since we wrapped in mid-February. Following weeks of editing for Daniel Goddard and Polly, we finished the colour-grade at Goldcrest ten days ago. Our Director of Photography Michael Wood was with us and had this to say: ‘"Grading is one of the joys of being a DOP in the digital age. Getting to see the film in all it’s glory on a big screen for the first time, setting the look of the film as you intended and truthfully – getting to correct all those things you didn’t quite have the time to get right during the frantic shooting schedule! The film is looking fantastic because of everyone’s hard work and Alexandra Walker’s beautiful design, but for a film of this budget we were so lucky to have Adam Glasman at Goldcrest grade the film. He’s a magician with a wonderful eye, and truthfully one of the best and most respected colourists in the world, so it’s most definitely been the proverbial icing on the cake! Now I just can’t wait for the audio to be completed to round off the complete package!’

A Vienna street scene having the Goldcrest treatment.
Audio post production and Sound Design is being carried out by Ben Young and Daniel Goddard who are cleverly creating multi layers of background sound to complement the high production values of the film and add to the feel of the location, period and action.

Polly and Lizzie spent an exciting time with Philip Selway and Nick Moorbath at Evolution studios last week. As we listened once more to Philip’s beautiful score which adds profound emotional background to Polly’s script, we were all hit with how very relevant this story is for the present day; how we need to learn from the past and how this film’s time has come. Maybe even more powerfully now than even a year ago when we were raising money to make it.

The last day of filming in the hills above Vienna, February 2016.
Our final mix will take place at the beginning of July and we should be able to take a much needed break during August. We will be back in touch after that with news on distribution, festivals and screenings!
As always you can contact us here: info@intrustfilms.com
and we hope you have a wonderful summer.

fe51eba7-b4ff-43ba-b4b1-cf009c4304c9.jpg
The In Trust Films Team,
Lizzie, Polly and Georges

Email
<a href="mailto:info
Copyright © 2016 in trust films, All rights reserved.

Our mailing address is:
in trust filmsStonesfield House High Street
Lyneham, Oxon OX7 6QL United Kingdom

open.php?u=d8de89388116495f196f9a8dc&id=99188aaead&e=1f53a41dd1

Pensiero del mercoledi 29 giugno 2016

http://www.prosveta.it/
mercoledi 29 giugno 2016
« Gli uomini e le donne che si amano provano il bisogno di incontrarsi, di avvicinarsi, di vivere insieme, e ciò è naturale. Ma se alla loro relazione manca una vera dimensione interiore, si può già predire la fine del loro amore.
Quando vi sentite abitati dalla presenza sottile di un essere, potete constatare che non avete necessariamente bisogno della sua presenza fisica per sentirvi con lui. Se provate un forte bisogno della sua presenza fisica, significa che state uscendo dal vostro mondo interiore, e a quel punto rischiate di andare incontro a grandi sofferenze. Infatti, chi può dire se le circostanze non vi priveranno un giorno o l’altro dell’essere che amate?… Quando siete abitati da una presenza interiore, le circostanze esterne hanno meno presa su di voi. Si tratta di un criterio: se, pensando a coloro che amate, provate la stessa gioia che provate vedendoli, allora siete liberi, e quella gioia non vi abbandona più. »
Omraam Mikhaël Aïvanhov

Non osare rinunciare

(…)non ha importanza quanto possano sembrarti brutte le cose in questo momento. Ciò che conta è quanto belle sai che possono sembrare con l’aiuto di Dio.

La vita ha l’abitudine di cambiare completamente in 24 ore. Diamine, a volte in 24 minuti.

Non osare rinunciare al Domani per come le cose ti sembrano Oggi. Non pensarci nemmeno…

Con amore,
Neale
www.conversazionicondio.com

open.php?u=fa9b46ee095ee271b1abd9379&id=5f1358bb6a&e=5af9ebefa8