Simil-grana vegan

logoSSNV-450.jpg

La ricetta della settimana

Cari lettori,

ecco la ricetta settimanale proposta da SSNV – Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana.
Questa settimana vi proponiamo di realizzare in casa una preperazione 100% vegetale da usare in alternativa al grana sulla pasta o sui piatti in cui eravate soliti utilizzare questo ingrediente. E’ una ricetta facilissima per la quale non servono abilità in cucina ma solo l’utilizzo di un tritatutto. Gli ingredienti sono solo tre: mandorle intere spelate, sale e lievito alimentare in scaglie. Essendo una ricetta priva di acqua, si può conservare in frigorifero per diversi giorni (anche una settimana) senza rischio di deperimento… rischio che comunque non si correrà perché è talmente buono che non durerà molti giorni!

Questa ricetta, come tutte le altre di questa rubrica, è selezionata dal libro elettronico gratuito: "Nella cucina di VeganHome", disponibile in tre formati scaricabili gratuitamente per pc e lettore e-book. Lo potete trovare qui:
http://www.veganhome.it/ricette/libro-ricette-vegan/

ricetta_118.jpg

Simil-grana vegan

Difficoltà: Facilissima
Tempo: 3 minuti

Ingredienti per 20 persone

  • 4 cucchiai di mandorle intere spellate
  • 4 cucchiai di lievito alimentare in scaglie
  • 1 pizzico di sale

Preparazione

Mettere tutti gli ingredienti in un piccolo tritatutto a lame e frullare fino ad ottenere una consistenza granulosa ed omogenea. Chiudere in un barattolo di vetro e conservare in frigorifero pronto all’uso.

Ricetta di Gipsy28 tratta da VeganHome.

E-book gratuiti di ricette vegan e altri aspetti della scelta vegan: LibriVegan.info

Annunci

Insalata di quinoa messicana

logoSSNV-450.jpg

La ricetta della settimana

Cari lettori,

ecco la ricetta settimanale proposta da SSNV – Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana.
Questa settimana vi proponiamo una ricetta vegan e senza glutine realizzata con la quinoa, uno degli pseudocereali più facili da digerire e dal sapore più delicato, pertanto gradito a tutti. In questa variante viene proposta con verdure e legumi (che potete cucinare voi il giorno stesso o il giorno prima, se avete il tempo necessario, così da non ricorrere a prodotti in lattina) e quindi il risultato finale è un piatto completo che funge sia da primo che da secondo. Potete accostarlo a delle verdure cotte o ad una bella insalata fresca.

Questa ricetta, come tutte le altre di questa rubrica, è selezionata dal libro elettronico gratuito: "Nella cucina di VeganHome", disponibile in tre formati scaricabili gratuitamente per pc e lettore e-book. Lo potete trovare qui:
http://www.veganhome.it/ricette/libro-ricette-vegan/

ricetta_117.jpg

Insalata di quinoa messicana

Difficoltà: Facile
Tempo: 30 minuti

Ingredienti per 3 persone

  • 200 g di quinoa
  • 1 peperone
  • 1 carota
  • 1 cipolla rossa
  • 1 latta di fagioli rossi lessati
  • 1 latta di mais dolce
  • 1 mazzo di coriandolo fresco
  • cumino
  • pepe nero in grani
  • peperoncino fresco
  • origano
  • succo di lime

Preparazione

Sciacquare bene la quinoa sotto l’acqua fredda e porla in acqua bollente e salata. Far cuocere per circa 15 minuti, assaggiando per controllare la cottura. Scolare e far raffreddare. Intanto che cuoce, in una padella far soffriggere la cipolla, aggiungere la carota e il peperone tagliati a pezzi abbastanza piccoli. Far cuocere per qualche minuto: le verdure devono solo essere croccanti, non troppo cotte. Scolare i fagioli e il mais, sciacquarli bene e versarli in un’insalatiera. Aggiungere le verdure, la quinoa, il peperoncino e il coriandolo fresco tagliato a pezzetti. Pestare le spezie in un mortaio e versarle sull’insalata. Condire con succo di lime.

Ricetta di Ilaveg tratta da VeganHome.

E-book gratuiti di ricette vegan e altri aspetti della scelta vegan: LibriVegan.info

Patate in tecia alla triestina

logoSSNV-450.jpg

La ricetta della settimana

Cari lettori,

ecco la ricetta settimanale proposta da SSNV – Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana.
Uno degli alimenti più versatili e più graditi a tutti sono sicuramente le patate. In questa versione di oggi ve le proponiamo in un’antica ricetta triestina, perfetta per le prime serate fredde. La ricetta è stata resa 100% vegetale sostituendo la carne con seitan e wurstel vegan. Gustosa, facile da realizzare, può piacere sia agli adulti che ai bambini.

Questa ricetta, come tutte le altre di questa rubrica, è selezionata dal libro elettronico gratuito: "Nella cucina di VeganHome", disponibile in tre formati scaricabili gratuitamente per pc e lettore e-book. Lo potete trovare qui:
http://www.veganhome.it/ricette/libro-ricette-vegan/

ricetta_116.jpg

Patate in tecia alla triestina

Difficoltà: Facile
Tempo: 60 minuti

Ingredienti per 4 persone

  • 1 kg di patate
  • 2 cipolle rosse
  • olio extra vergine d’oliva
  • 1 bicchiere raso di vino bianco
  • 1 bicchiere colmo di salsa di soia meglio se chiara
  • 2 wurstel vegani
  • 1 fetta di seitan al naturale
  • 1 cucchiaio colmo di rosmarino fresco (o, in mancanza, secco)
  • 1/2 cucchiaino di aglio in polvere
  • sale

Preparazione

Affettare finemente le cipolle e, in una pentola alta e capiente, farle rosolare in abbondante olio. Aggiungere i wurstel vegetali ed il seitan, tagliati a pezzetti, e lasciate dorare. Versare quindi il vino bianco, abbassare la fiamma e mescolare bene. Poi alzare la fiamma e aggiungere la salsa soia, le patate pelate e tagliate a dadini, il rosmarino e l’aglio in polvere. Far cuocere per pochi minuti a fiamma viva e poi abbassarla a fiamma media. Le patate dovranno attaccarsi un’ po’ alla pentola. Aggiungere poca acqua, mettere il coperchio e continuare la cottura controllando di frequente. Aggiungere man mano poca acqua alla volta, solo quando le patate sono asciutte e si attaccano alla pentola. Continuare fino a cottura ultimata delle patate (circa 30-40 minuti).
Il composto a fine cottura deve presentarsi compatto e ben dorato.

Ricetta di ElenaP tratta da VeganHome.

E-book gratuiti di ricette vegan e altri aspetti della scelta vegan: LibriVegan.info

Chakchouka

logoSSNV-450.jpg

La ricetta della settimana

Cari lettori,

ecco la ricetta settimanale proposta da SSNV – Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana.
L’autunno è iniziato, ma il clima caldo ci permette di beneficiare ancora per un po’ delle verdure tipicamente estive, fra le quali troviamo i peperoni, in tutte le varianti: verdi, gialli e rossi. La ricetta di oggi li vede protagonisti in un piatto mediorientale, molto gustoso e sostanzioso: il Chakchouka. Oltre alle verdure, lo arricchiscono le spezie come la paprika, lo zafferano e la curcuma e il tofu nella versione morbida per simulare l’albume dell’uovo.

Questa ricetta, come tutte le altre di questa rubrica, è selezionata dal libro elettronico gratuito: "Nella cucina di VeganHome", disponibile in tre formati scaricabili gratuitamente per pc e lettore e-book. Lo potete trovare qui:
http://www.veganhome.it/ricette/libro-ricette-vegan/

ricetta_115.jpg

Chakchouka

Difficoltà: Media
Tempo: 35 minuti

Ingredienti per 2 persone

  • olio d’oliva
  • semi di cumino
  • una cipolla
  • uno spicchio d’aglio
  • un peperone rosso
  • un peperone giallo
  • un cucchiaino di paprika
  • una bustina di zafferano
  • 400 g di pelati tritati
  • un panetto di silken tofu
  • curcuma
  • una piccola patata lessata e schiacciata
  • latte di soia al naturale, oppure panna oppure yogurt di soia al naturale

Preparazione

Preriscaldare il forno a 180°. Riscaldare l’olio in un’ampia padella adatta alla cottura in forno, unirvi la cipolla e cuocerla fino a che non risulti morbida. Aggiungere l’aglio schiacciato e i peperoni tagliati a listarelle sottili. Cuocere per circa 20 minuti, dopodiché aggiungere la paprica, lo zafferano e i pomodori. Cuocere per altri 15 minuti.
Nel frattempo preparare le finte uova: mescolare la patata schiacciata con abbondante curcuma fino ad ottenere il colore desiderato e farne due palline che simulano il tuorlo. Frullare il tofu con il latte (o con lo yogurt o con la panna) per ammorbidirlo e salarlo appena.
Quando lo stufato di peperoni è pronto, fare due buchi in cui adagiare il finto tuorlo, e riempire con il preparato di tofu che simula l’albume. Passare in forno per 5 minuti per fare addensare il tofu, poi servire cospargendo di pepe nero macinato fresco.

Ricetta di Myeu tratta da VeganHome.

E-book gratuiti di ricette vegan e altri aspetti della scelta vegan: LibriVegan.info