Ceci in zimino alla genovese

Oggi vi proponiamo una ricetta tipicamente invernale per una minestra ligure sostanziosa e gustosa: i ceci in zimino. Oltre ai legumi sono fondamentali le bietole, dei funghi secchi, concentrato di pomodoro e le classiche verdure per soffritto (carote, cipolla e sedano). Il risultato finale è una zuppa da accompagnare con crostini di pane, olio extravergine di oliva e pepe.
282x230x2
5x23 Ingredienti
Per 4 persone:

  • 400 g di ceci
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 sedano
  • 20 g di funghi secchi
  • 1 bicchiere di olio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • crostini di pane abbrustoliti in forno (o fritti nell’olio)
  • 2 mazzi di bietole
  • sale
PREPARAZIONE –

Mettere a bagno i ceci in acqua tiepida il giorno prima. Il mattino che segue, mettere a lessare i ceci per almeno due ore e mezzo. Mettere i funghi a rinvenire in acqua tiepida, strizzarli e tritarli (senza buttare l’acqua!). Tritare cipolla, carota e sedano, e rosolarle in olio. Quando il soffritto è pronto, aggiungere i funghi tritati e il pomodoro diluito in acqua tiepida (usare un po’ di quella dei funghi, e poi aggiungere anche il resto, appena l’insieme si restringe). Far cuocere un quarto d’ora-venti minuti.
Nel frattempo lavare e pulire le bietole, tagliarle a listarelle, aggiungerle ai ceci e unire poi il soffritto. Cuocere una mezz’ora, o anche di più. Aggiustare di sale e di pepe. Preparare i crostini e metterli nelle fondine. Versare la zuppa di ceci sui crostini, lasciarla riposare qualche minuto, e non dimenticare di mettere in tavola la bottiglia dell’olio e il pepe nero da macinare.

Ricetta tratta dal sito di SSNV.

E-book gratuiti di ricette vegan e altri aspetti della scelta vegan: LibriVegan.info

Polpette di fagioli

282x230x2
5x23 Ingredienti
Per 4 persone:

  • fagiolini 400 g
  • salsa di pomodoro già pronta 400 g
  • un grosso mazzo di basilico
  • fagioli cannellini in scatola scolati 400 g
  • 2 scalogni, uno spicchio d’aglio, un cipollotto
  • 40 g di mandorle
  • 100 g di mollica di pane
  • prezzemolo, un cucchiaio di maggiorana tritata
  • lievito alimentare in scaglie
  • 2 cucchiai di olio
  • farina bianca
  • olio per friggere
  • sale e pepe
PREPARAZIONE –

Pelate il cipollotto, tritatelo e fatelo soffriggere in una padella con due cucchiai di olio e uno di acqua per circa 5 minuti. Schiacciate i fagioli e aggiungeteli, fuori dal fuoco, al cipollotto. Riunite in una terrina i fagioli con il cipollotto, 50 g di mollica di pane tritata, un cucchiaio di prezzemolo tritato, una presa di sale, un cucchiaio colmo di lievito in scaglie.

Mescolate il composto e formate delle polpettine della grandezza di una noce. Passatele poi in una pastella di farina e acqua e nella restante mollica di pane tritata con le mandorle. Spuntate i fagiolini, cuoceteli per 20 minuti in acqua bollente, poi passateli in padella con 2 cucchiai di olio, lo spicchio d’aglio, la maggiorana e la salsa di pomodoro.

Friggete le polpette in due dita d’olio, scolatele e servitele insieme ai fagiolini in umido.

Ricetta tratta dal sito di SSNV.

E-book gratuiti di ricette vegan e altri aspetti della scelta vegan: LibriVegan.info

Insalata pere e radicchio

SSNV
135x2
Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana
Ricetta della settimana
Insalata pere e radicchio
92x15
Cari lettori,
questa settimana vi proponiamo una gustosa insalata che ha come ingrediente principale il radicchio, una delle verdure invernali più apprezzate; ne esistono diverse varietà, alcune dal sapore amarognolo, alcune più dolci. Quale utilizzare a tavola è una scelta del tutto soggettiva! Nella ricetta proposta oggi viene presentato accompagnato al tofu affumicato e alle pere. L’accostamento di questi tre sapori differenti risulta particolarmente indovinato e fa di questo piatto una via di mezzo fra l’insalata e il secondo, anche a seconda di quanto tofu vogliate eventualmente aggiungere.
282x230x2
5x23 Ingredienti
Per 4 persone:

  • 4 pere medio piccole sode
  • 100 g di tofu affumicato
  • 1 cespo di radicchio rosso
  • 2-3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1/2 cucchiaino di buon aceto di mele
  • sale marino
PREPARAZIONE –

Lavare foglia per foglia il radicchio, sgrondarlo dall’acqua in eccesso, tagliarlo a fettine sottili e versarlo in un’insalatiera. Aggiungere le pere sbucciate, divise in 4, private dai semi interni e affettate finemente insieme al tofu tagliato in piccoli e sottili dadini. Condire con un pizzico di sale, poche gocce di aceto e 2-3 cucchiai d’olio d’oliva, mescolare e servire.

Ricetta tratta dal sito di SSNV.

E-book gratuiti di ricette vegan e altri aspetti della scelta vegan: LibriVegan.info

Comune di Bologna: Certificati online solo per cittadini NON RESIDENTI a Bologna?

Documento protocollato dal Comune di Bologna con PG 45380/2017 in data 06/02/2017

—–

Voi state scherzando spero… questa dichiarazione è ufficiale? Chi l’ha
scritti si firmi per cortesia, è un mio diritto sapere chi ha scritto
questa risposta e se è una risposta ufficiale! Mi state dicendo che online
NON è più possibile richiedere certificati di nascita o altro se si è
residenti a Bologna? E’ uno scherzo ripeto?
Posso pubblicare come notizia sul nostro giornale bolognese online questa
dichiarazione?
Nel 2016 devo recarmi fisicamente presso uno sportello comunale per
ottenere un documento di quel tipo?
Attendo riscontro urgente.

Renzo Samaritani

———- Messaggio inoltrato ———-
> From: ProtocolloGenerale@pec.comune.bologna.it
> Date: Fri, 3 Feb 2017 11:06:31 +0100 (CET)
> Subject: RE: Fwd: CONSEGNA: Fwd: Servizi online – Richiesta certificato –
> Protocollato con PG 42225/2017
> In risposta al messaggio inviato il 24/01/2017 rif. protocollo 26105/2017
> oggetto:
>  Cognome: SAMARITANI
>  Nome   : RENZO
>  Nato il: 11091966 a: Bologna         –
>
>
> * Gentilissimo Il servizio online è rivolto UNICAMENTE  a cittadini  NON
> RESIDENTI a Bologna o uffici con sede fuori Bologna, sia in Italia che
> all’Estero- Distinti saluti*

Colour News Nuovo messaggio ricevuto.

in riferimento a Vostro articolo apparso nel web in data 26-06-2016 di cui alleghiamo link :

http://periodicoitalia.blogspot.it/2012_06_01_archive.html

http://vivereverde.blogspot.it/2012/06/una-ciotola-con-acqua-fresca-fuori-dai.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed:+VivereVerde+(Vivere+Verde)

Siamo ad avvisarVi che abbiamo contattato da tempo sia l’ associazione E.N.P.A che l’ associazione
L.I.D.A.A e parlando con il Sig. Lorenzo Croce , responsabile della stessa , si sono rese conto
dei gravi problemi che si sono invece formati ultimamente posizionando ciotole atte all’ abbeveraggio
degli animali nei periodi caldi dell’ anno , appoggiando da subito la nostra iniziativa , il cui
contenuto è stato fonte di riflessione e " cambio di rotta " per molti Sindaci di Comuni italiani e
per molte altre più piccole associazioni.

Vi alleghiamo il link della nostra petizione ( già ben accolta presso la Comunità Europea e in
attesa di essere tradotta in tutte le lingue del paese , anche se molte le abbiamo già tradotte
per
nostro conto ) sicuri che leggendola Vi si aprirà un nuovo punto di vista

https://www.change.org/p/ausl-eliminare-le-pericolose-e-incustodite-ciotole-per-cani-posizionate-nei-periodi-caldi

La nostra azienda , Canichepassione® Italia supporta e produce l’ omonima soluzione ,
l’ "APERICANE® ", ad oggi l’ unica e in continua evoluzione , SENZA SCOPO DI LUCRO , speranzosa
di
effettuare un radicale cambiamento in tutti i centri abitati di tutto il pianeta dove il pericolo
"avvelenamenti " è oramai all’ ordine del giorno .
Non abbiamo inventato " l’ acqua calda " , nella sua semplicità è una SEMPLICE CIOTOLINA MONOUSO
NON RICONDUCIBILE AD USO UMANO "
Si usa e si getta . Ad oggi è in Pet ma abbiamo gia’ in cantiere di produrlo in materiale ecologico
da poter inserire nel compostaggio.
( sempre senza scopo di lucro )

Ci siamo anche visti purtroppo obbligati a registrare il brand tutelandoci per ogni forma di
evento
, anche benefico ( poichè purtroppo chi li crea illecitamente ad oggi lo fa esclusivamente a scopo
di lucro , fingendo spesso una falsa beneficenza e senza supportare nè il progetto nè la soluzione
)

https://www.facebook.com/APERICANE%20/?fref=ts

Ecco perchè Vi scriviamo , per portarVi a conoscenza del tutto aggiornato ad oggi , richiedendoVi
magari di eliminare
l’ articolo , a nostro avviso , molto pericoloso pur avendo come fondamenta un atto d’ amore.

"Chi salva una vita salva il mondo " come dice il Talmud
… eliminando l’ articolo si potrebbe salvare la vita di un solo cane o di un gatto ( e di altri
animali assetati ) e , a nostro parere , ne vale la pena .

Stiamo percorrendo tutti uno scopo comune …noi siamo a disposizione . Grazie

Cordiali saluti

Team Canichepassione® Italia
Guaitoli Paola 347 5434783 ( a disposizione )

* abbiamo notato che il link inserito che rimanda alla petizione di Napoli non è attivo

Cordiali saluti,
Canichepassione Italia | canichepassione