Pensiero del venerdi 1 luglio 2016

http://www.prosveta.it/
venerdi 1 luglio 2016
« Fare ogni giorno gli stessi esercizi, recitare le stesse preghiere, osservare le stesse regole di condotta… Tutto ciò è davvero noioso. Questo è ciò che a volte pensano i discepoli di un insegnamento spirituale. Ma allora perché non trovano noioso mangiare tre volte al giorno lo stesso pane e bere la stessa acqua? Tutti i giorni prendono più o meno lo stesso cibo per essere in grado di imparare, di lavorare, di amare, ossia, molto semplicemente, di vivere. Ebbene, anche sul piano spirituale è necessario nutrirsi, e non una sola volta alla settimana andando in chiesa, al tempio, alla sinagoga o alla moschea. È tutti i giorni che occorre nutrirsi degli stessi alimenti celesti per diventare capaci di vivere la vita dell’anima e dello spirito.
Cos’è un figlio di Dio? È un essere che ogni giorno sa mangiare il pane celeste. Egli sente che da quel pane riceve la vita, e che potrà poi donare alcuni effluvi e alcuni raggi di quella vita a tutti i suoi amici. »
Omraam Mikhaël Aïvanhov
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...